IMPIANTO RENEWI - CASO STUDIO

Mont-Saint Guibert, Belgio

Dati dell'impianto

Rispondere alle esigenze: Renewi

Renewi, azienda belga con più di 6.000 dipendenti e quasi 200 siti operativi in tutta Europa, è uno dei principali player nella gestione dei rifiuti del Benelux, nata dalla fusione di Shanks Group plc con Van Gansewinkel Groep BV con sede nel Buckinghamshire in UK.

L’esigenza del cliente, quando ha contattato Matec, era quella di rinnovare la linea di lavaggio sabbie presente nella cava di Mont-Saint Guibert – Belgio, una delle cave più antiche d’Europa, acquisita dalla divisione del gruppo Renewi Valorisation & Quarry che si occupa della produzione e valorizzazione di sabbie per il ramo delle costruzioni e del vetro. La linea originaria di lavaggio produceva 200-250 kT/anno di sabbia lavata certificata dall’ente attivo nel settore delle costruzioni BENOR. Trattandosi di un impianto datato era necessario intervenire per migliorarne la capacità produttiva e la qualità del prodotto finale.

Il nuovo impianto doveva garantire una produzione di sabbia lavata di 150 ton/ora; prestando attenzione a proporre una linea che consumasse la minor quantità possibile di acqua, energia e di materiali di consumo. La sabbia lavata, rimuovendo l’argilla dai grani, doveva essere conforme agli standard BENOR; in particolare, era necessario ridurre la presenza di elementi inferiori a 63μm al di sotto della soglia del 3%.

Sistema dosaggio automatico flocculante

Il sistema Doson è un sistema a celle fotoelettriche brevettato da Matec che permette di controllare e regolare il flocculante in funzione della quantità di particelle solide in sospensione nell’acqua. Il sistema Doson preleva regolarmente alcuni campioni di fango e li analizza in una camera chiusa utilizzando sensori elettronici. Regola la quantità di polvere di flocculante in funzione della velocità di decantazione del materiale solido nel campione di riferimento.

Questo sistema ha un doppio vantaggio, da un lato garantisce un risparmio fino al 30% del flocculante utilizzato e dall’altro garantisce sempre una decantazione ottimale andando a centrare il perfetto quantitativo di prodotto da diluire in base alla percentuale di solidi presenti nel fango da trattare.

La soluzione Matec per l’impianto Renewi

Renewi aveva bisogno di ottenere un prodotto finale di alta qualità con un impianto semplice da utilizzare riuscendo sempre a mantenere sotto controllo il costo operativo totale dell’impianto. Per questo abbiamo proposto un sistema completo Aggretec 150, cuore dell’impianto di trattamento e lavaggio, abbinato ad un sistema di trattamento acque completo.

Il sistema Aggretec è composto a sua volta da una tramoggia di carico da 30 m³ di capacità, da un vaglio vibrante a 2 ripiani Screentec e da un sistema di lavaggio sabbie Sandtec da 200 t/h con 2 idrocicloni da 650mm in acciaio inox che ci permette di ottenere ben 2 tipi di sabbia pulita in uscita.

L’unità di filtrazione fornita da Matec a Renewi è costituita da un serbatoio di acqua chiarificata, da un serbatoio dei fanghi e da una stazione di preparazione del flocculante Bifloc dotata di sistema di dosaggio automatico Doson.

Centro dell’impianto è ovviamente la nostra filtropressa che in questo caso è una Ignis 1300×1300 da 80 piastre camera 25 con sistema di apertura rapida TT2 Fast, supportata da una pompa Alfa per l’alimentazione e da un bidone di omogeneizzazione fanghi da 5.000lt.

A completare l’impianto è stato aggiunto un serbatoio per le acque chiare da 90.000 litri e un decantatore statico verticale da 200.000 litri in acciaio inox per lo stoccaggio dei fanghi da trattare.

Risultato ottenuto dall’impianto

Matec è riuscita a soddisfare le esigenze del cliente raggiungendo gli obbiettivi prefissati e trasformando il suo materiale in una preziosa risorsa. L’impianto completo fornito è stato in grado di incontrare anche le più esigenti aspettative del cliente raggiungendo importanti traguardi quali:

  • Riduzione del consumo di acqua per il trattamento e il lavaggio delle sabbie grazie al loro riutilizzo dopo la filtrazione.
  • Recupero sabbie di qualità dopo lavaggio accurato e selezione per granulometria oltre quantitativi minimi richiesti con efficace riduzione di microparticelle sotto i 63μm.
  • Abbattimento dei costi operativi grazie al sistema automatizzato Matec che ha ridotto anche l’impiego di personale qualificato a supervisione del precesso di trasformazione.

Condividi questo contenuto sui social:

Vuoi rimanere sempre aggiornato sul mondo Matec?

Iscriviti alla nostra Newsletter sottostante

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le norme sulla Privacy ed i Termini di servizio di Google.

ULTIMI CASI STUDIO CORRELATI

Banner case study Towens - Matec Industries
Towens è una società britannica che si occupa della gestione dei rifiuti. L’esigenza del cliente era quella di aggiungere un prodotto di qualità fatto di...
Banner caso studio Kelberger - Matec Industries
Kelberger GmbH è un’azienda presente in Germania. Le esigenze del cliente riguardavano il trattamento di materiale inerte e Matec...
Banner caso studio Graziani Marmi - Matec Industries
Il mercato del marmo, uno dei più importanti del territorio toscano, è frequentato da personalità internazionali che sono attente alla qualità...
Banner case study Towens - Matec Industries
Towens è una società britannica che si occupa della gestione dei rifiuti. L’esigenza del cliente era quella di aggiungere un prodotto di qualità fatto di...
Banner caso studio Kelberger - Matec Industries
Kelberger GmbH è un’azienda presente in Germania. Le esigenze del cliente riguardavano il trattamento di materiale inerte e Matec...